Creazione Landing Page - Approfondimenti

Approfondimenti LandingPage

Landing Page Analytics: Come capire se la tua offerta online funziona (e altre cose interessanti)

[Conversion Rate Optimization] Hai pubblicato la pagina e pensi di aver finito? In realtà il lavoro serio comincia ora, con l'analisi dei dati.

Il tracciamento dei dati è fondamentale in un progetto di marketing efficace: dobbiamo capire esattamente cosa funziona e cosa può essere migliorato della nostra landing page, implementare le modifiche e ricominciare a tracciare. Il ciclo virtuoso delle ottimizzazioni è potenzialmente infinito.

Se hai letto l'Offerta Invincibile avrai notato che la costruzione della landing page si divide in due fasi principali, Atterraggio e Conversione.

La divisione non è motivata da esigenze editoriali, ma strutturali.

Abbiamo REALMENTE due parti in ciascuna delle nostre landing page, con altrettanti obiettivi progressivi:

  • Il primo obiettivo è evitare il rimbalzo, evitando che l'utente clicchi indietro sul browser
  • Il secondo obiettivo è motivare l'utente a convertire subito, in prima visita

In questo articolo ci concentreremo sul primo di questi due problemi, cercando di capire il rimbalzo reale della landing page. Se l'Adjusted Bounce Rate (tra poco scopriremo cos'è) è del 20-30% la pagina ha problemi e quindi bisogna lavorare sulla sezione above the fold o sulla qualità del traffico.

Lo strumento che utilizzeremo è Google Analytics, con un apposito codice di monitoraggio, creato appositamente per tracciare le statistiche di una landing page.

 

Piccola premessa: Come evitare conclusioni affrettate leggendo le statistiche?

Per evitare di non fare passi falsi ed essere portati fuoristrada da dati fuorvianti, dobbiamo fare un piccolo passo indietro, riprendendo l'equazione che è alla base del metodo Oggi Vinci Tu.

Per avere successo online un'impresa deve soddisfare 3 condizioni fondamentali: Offerta specifica, Landing page che la sa valorizzare, traffico profilato.

Non possiamo intervenire sulla qualità di quello che offri (anche se nel libro hai degli elementi per valutare la fattibilità della tua idea), ma possiamo invece intervenire sulla qualità del traffico, accertandoci che tutte le persone che visitano la tua offerta siano ben profilate e interessate a quello che offri.

Per questo motivo, i dati considerati validi per la valutazione dell'efficacia di una landing page devono essere calcolati solo sul traffico proveniente da PPC, in cui lo strumento di acquisizione (Google Adwords o Facebook) sia stato configurato da uno specialista.

Se il traffico è sporco, come ad esempio quello che arriva normalmente dalla ricerca organica, trarre conclusioni sui dati sarà impossibile perché la capacità di conversione non sarà data solo dalla Landing, ma anche dalla propensione all'acquisto di chi la visita.

Bisogna calcolare l'efficacia dello strumento SOLO su persone che sono interessate all'acquisto, o almeno potrebbero esserlo.

È per questo motivo che, secondo me, gli A/B test sono nella maggior parte dei casi poco praticabili nei mercati di nicchia. Per essere attendibili deve esserci un grande volume di traffico profilato e non sempre questa condizione è facile da soddisfare.

Per trarre conclusioni attendibili, quindi, devi essere certo che il traffico sia di alta qualità.

Se non conosci gli strumenti per acquisire traffico profilato puoi trovare due ottimi testi nella sezione Risorse. Se invece preferisci avere una scorciatoia e risparmiare tempo, possiamo occuparci noi di un primo setup delle tue campagne ppc (trovi maggiori informazioni nella sezione Risparmia Tempo).

 

Come configurare Google Analytics per tracciare le landing page

Il problema principale, quando analizzi i dati di una landing page, è che non puoi usare un tool come Google Analytics, realizzato per tracciare i normali siti web, perché utilizzi la tua pagina è uno strumento differente e quindi necessita di metriche differenti.

Il Bounce Rate, elemento chiave per testare tutta la prima fase di Atterraggio (Oggi, nel nostro metodo), è falsato: per Google, infatti, è considerata bounced un utente che naviga una singola pagina di un sito web.

Ma il nostro sito web è composto da una sola pagina!

Accedi per leggere il post e scaricare il codice di Google Analytics specifico per il monitoraggio delle landing page (se non sei registrato, puoi farlo subito qui, gratis)

Hai qualche domanda? Sei interessato ad un approfondimento specifico? Ti aspetto nel nostro gruppo su Facebook :)