2. Le Regole dell'Attrazione

Questo esercizio è gratuito e accessibile a tutti (si riferisce ai contenuti della demo)

Ciao, grazie per essere qui!

Se hai letto il capitolo Le Regole dell'Attrazione qui potrai trovare un esercizio pratico che ti permetterà di assimilare meglio le informazioni, cominciando a fare qualcosa di operativo.

Da questo esercizio emergerà la bozza dell'Above the Fold, ovvero la porzione di pagina che viene visualizzata appena l'utente atterra sulla tua offerta. Cominciamo?

Disegnare l'Above the Fold

Ok, riprendi il blocco degli appunti e passa ad un nuovo foglio.

Disegna un rettangolo, più o meno delle dimensioni del monitor.

Se fogli sono normali fogli da fotocopia a4, ad esempio, basta che li giri in orizzontale. Piegalo in due, e poi ancora in due, in modo che riaprendolo tu possa vedere una croce che attraversa il foglio, verticalmente e orizzontalmente.

Parti dal lato sinistro, a metà pagina, scrivendo sulla riga che attraversa il foglio da sinistra a destra. Qui devi scrivi la soluzione al tuo problema in 3 parole, con il pennarello indelebile nero. Cerca di non superare la metà del foglio, rimanendo quindi sul lato sinistro.

Appena sopra, dopo aver scritto la tua soluzione, scrivi il problema del tuo potenziale cliente, sotto forma di domanda, in poche parole. Fatto?

Immagina di passare il foglio che hai appena scritto ad un tuo potenziale cliente senza che lui non ti dica nemmeno una parola. Lo osservi mentre apre il foglio, ripiegato, e legge l’esatto problema che aveva prima di arrivare da te. Sorpreso, alza lo sguardo e ti accenna un sorriso prima di passare alla soluzione, scritta in grassetto.

In questo momento, probabilmente, alzando lo sguardo in modo interrogativo, ti chiede: Ok, hai indovinato, ma perché devo scegliere proprio te? E ti ripassa il foglio, aspettando una risposta.

Hai guadagnato la sua attenzione, e ora non devi sprecarla.

Scrivi la risposta appena sotto la soluzione, in modo chiaro e diretto, senza tecnicismi o giri di parole.

La risposta deve essere il motivo per cui la tua soluzione è differente da tutte le altre ed ideale proprio per lui.

Puoi usare 10 parole, dividendole su due righe. Fatto?

Immagina il tuo potenziale cliente mentre legge la tua motivazione, è convinto? È abbastanza forte?

Se si, probabilmente la sua prossima domanda potrebbe essere “quanto costa”, ma non è a questa domanda che dobbiamo rispondere ora. Sarebbe troppo presto, e abbiamo un piccolo credito di attenzione.

Ora dobbiamo dirgli cosa deve fare per ottenere maggiori informazioni con un comando esplicito e diretto.

Ad esempio, con una frase tipo: Scopri perché funziona. Scrivilo ed evidenzia la chiamata all’azione con l’evidenziatore.

Ora guarda il tuo cliente, e sul lato destro del foglio cerca di immaginare un suo ritratto mentre ottiene i benefici del tuo prodotto o servizio. È nel futuro, non nel presente, quando avrà risolto il suo problema.

Non devi essere un artista, non è necessario disegnare davvero. Fai solo un cerchio, ma fermati ad immaginare cosa conterrebbe. Magari, scrivi in piccolo, all’interno del cerchio, le sue caratteristiche che hai definito nel capitolo precedente, e immagina in che scena potrebbe trovarsi nel momento in cui ha risolto il suo problema attuale.

In questa fase, mi trovo molto bene a consultare archivi di immagini stock per avere idee, ho fatto vari test e alla fine quello con cui mi trovo meglio come rapporto qualità/prezzo è Depositphotos. Considera che la testata è la prima cosa che un utente vede quando atterra, una buona foto può fare davvero la differenza.

Ripassando il foglio al tuo cliente, guardando il proprio ritratto, dovrebbe potersi immaginare nel futuro.

Fatto? Ora scrivi, sul bordo inferiore della pagina, tre benefit che otterrà contattandoti. Devono essere scritti nell’ordine di importanza secondo il suo punto di vista.

Fatto? Se aggiungi uno schizzo del tuo logo, in alto a sinistra, hai appena disegnato la sezione above the fold del tuo sito web.

A questo punto, come hai fatto nel capitolo precedente, riponi il foglio e il libro e passa ad altro. Domani, prima di affrontare il prossimo capitolo, riguarda lo schema che hai creato oggi e, magari, apporta qualche piccola correzione.

Ricorda che non è importante che quello che scrivi sia definitivo: ogni cosa che facciamo può e sarà migliorata più e più volte. In questa fase è importante capire le azioni pratiche, in modo che i concetti si possano fissare nella tua memoria e questo metodo diventi poi naturale. A volte si tratta solo di partire, di fare il primo passo, prima che il lavoro da svolgere diventi troppo corposo e impegnativo.

Ci vediamo alla fine del prossimo capitolo!